Dove vengono archiviati i dati degli esperimenti?

Nella missione ATLAS1 i dati degli esperimenti e quelli relativi alla gestione del volo (GPS, accelerometro, giroscopio, magnetometro, temperature, carica delle batterie, pannelli solari, processi attivi sulla scheda di comando, …) verranno memorizzati su una scheda SD (leggi anche “Le memorie non volatili nei sistemi embedded“) presente all’interno del vettore, ma contemporaneamente le stesse informazioni verranno inviate via radio.

Perché inviare i dati via radio? Il vettore potrebbe cadere in acqua o andare perso rendendo impossibile il recupero dei dati.
Inviando i dati via radio alla sala operativa sarà possibile:

  • salvarli rendendone impossibile la perdita;
  • seguire il volo ed eventualmente intervenire (inviando dei comandi) in caso di situazioni critiche legate a qualche malfunzionamento elettronico.

L’immagine che segue visualizza il processo di comunicazione radio.

StratoLab le comunicazioni

Diagramma relativo alle comunicazioni

Attualmente (3 maggio 2014) siamo in attesa di ricevere dagli organi competenti le informazioni sulle frequenze utilizzabili per i nostri scopi. Ci è stato comunque negato il permesso di utilizzare le frequenze radioamatoriali per le trasmissioni dei dati, visto che l’uso delle trasmissioni è diverso dallo studio della propagazione (useremo le radio come mezzo di comunicazione e non come strumento di studio delle onde radio).

In questo ambito abbiamo bisogno di aiuto: fortunatamente durante la Fiera del Radioamatore di Pordeonene molti gruppi di radioamatori si sono resi disponibili ad aiutarci nell’ambito delle comunicazioni radio.

Se qualcuno vuole unirsi al gruppo, si faccia avanti! Scriveteci!


Stampa   Email